Leggi gli articoli dell'anno:   2002



 Pubblicato il:  19 Dicembre 2002  Autore: Domenico Agostini

Appuntamento culturale di grande spessore. Regista dell'umanità dolente ecco il ritratto di Elio Ruffo

Bovalino - E' stato un pomeriggio culturale di grande spessore quello organizzato  dall'assessore allo spettacolo Rosella Sacco, all'Orchidea residence di Bovalino. Il folto e qualificato pubblico ha potuto apprezzare due opere del regista  bovalinese Elio Ruffo "il monte di Pietà" , documentario "di garbo e di grande sensibilità, ha detto Eugenio Attanasio, che mette a nudo una umanità dolente e sofferente che è costretta a d impegnare "le cose" più care per sopravvivere.  E' un'opera metropolitana e quindi di grande prestigio" e "Tempo d'amarsi", film girato a Bovalino nel 1954, con interprete maschile il piccolo Francesco Pelle di San Luca,  oggi cinquantenne , presente alla manifestazione.

Le presenze qualificate di Tatti Sanguinetti, critico cinematografico, Antonio Delfino, scrittore e giornalista , Giovanni  Scarfò ed Eugenio Attanasio, direttore e presidente  della Cineteca della Calabria hanno dato il giusto tono alla manifestazione che da una

Leggi tutto ...
Effettua il login per lasciare un commento
 Pubblicato il:  15 Dicembre 2002  Autore: Gazzetta del Sud

Elio Ruffo, presenza di grande spessore nel cinema italiano. Domani il convegno

Bovalino - L'Amministrazione comunale di Bovalino con la qualificata presenza della Cineteca della Calabria ed il patrocinio del Ministero dei Beni e le attività culturali e della Regione - Assessorato ai Beni Culturali, organizza per domenica prossima alle 16 presso il Residence Orchidea un convegno dedicato a "Elio Ruffo nel cinema italiano del dopoguerra".

L'attività culturale, è stata sollecitata dalla Cineteca della Calabria cono sede a Catanzaro, che opera per la promozione ed il recupero della cultura cinematografica con particolare riferimento al sud ed alla Calabria.

i lavori saranno aperti dall'assessore allo Spettacolo Rosella Sacco e subito dopo saranno proiettati il documentario "Il Monte di Pietà" ed il film " Tempo d'amarsi" (1954)entrambi diretti dal bovalinese.

Elio Ruffo nasce a Reggio Calabria il 24 dicembre 1920 i muore a Bovalino all'età di 52 anni.

Gaetano Ruffo uno dei 5 Martiri di Gerace, fu un suo prozio. Suo padre, Gaetano, famoso avvocato, fu dirigente della Massoneria di Palazzo Giustiniani ed oppositore del fascismo. Per questo motivo fu costretto a ritirarsi privo di clientela nella natia Bovalino. Elio Ruffo si laurea in Giurisprudenza, partecipa alla guerra come partigiano e si sposa con una nobil donna romana dalla quale ha due figlie: Beatrice e Enrica.

Fa il giornalista ma la passione per il cinema lo porta a dedicarsi a questa attività, prima come aiuto di Simoncelli, Sequi e Blasetti e poi come regista di documentari e film. Elio Ruffo, in effetti è un documentarista, privilegiando i "fatti" che raccontano con dovizia di particolari e con il piglio del cineasta. La macchina da ripresa è "l'altra penna" che usa per mettere in risalto le "situazioni" e gli "ambienti" in cui

Leggi tutto ...
Effettua il login per lasciare un commento

Ricerca nel sito

  

Modulo Login

  Registrati

Alcune foto tratte dal film "Tempo di amarsi"